Installare Firefox su Linux

Questo articolo spiega come installare Firefox su Linux. Per gli altri sistemi operativi, si vedano gli articoli Installare Firefox su Windows e Installare Firefox su Mac.
Molte distribuzioni Linux includono già Firefox per impostazione predefinita. Altre distribuzioni includono IceWeasel, che è una versione di Firefox priva di marchi registrati.

La maggior parte delle distribuzioni include un sistema di gestione dei pacchetti che consente di installare Firefox con facilità. Generalmente è preferibile installare Firefox tramite tali gestori di pacchetti. Il gestore di pacchetti solitamente eseguirà le seguenti operazioni:

  • Verificherà che tutte le librerie richieste siano già installate
  • Installerà Firefox in modo integrato con la distribuzione in uso
  • Creerà i collegamenti per l'avvio del programma
  • Renderà Firefox disponibile per tutti gli utenti del sistema
  • Renderà possibile l'eventuale rimozione di Firefox così come di ogni altra applicazione

Il gestore di pacchetti potrebbe però comportare i seguenti svantaggi:

  • Installare una versione di Firefox non aggiornata
  • Installare una versione di Firefox priva del logo

Installare Firefox utilizzando il gestore di pacchetti

Per questo tipo di installazione è opportuno fare riferimento alla documentazione relativa alla distribuzione Linux utilizzata.

Installare Firefox senza utilizzare il gestore di pacchetti

Spesso le guide per installare Firefox su Linux senza utilizzare il gestore di pacchetti sono disponibili sul sito di supporto della distribuzione utilizzata. Esempi:

Prima di installare Firefox, assicurarsi che sul proprio sistema siano installate le librerie richieste. La mancanza di queste librerie impedirà il funzionamento di Firefox.

  • Il file distribuito da Mozilla in formato .tar.bz2 non contiene i sorgenti ma i file binari precompilati, cosicché è possibile semplicemente decomprimerli ed eseguirli. Non c'è necessità di compilare il programma dai sorgenti.
  • Seguendo queste istruzioni Firefox verrà installato nella cartella home, ed il programma sarà utilizzabile solamente dall'utente che esegue l'installazione.
  1. Scaricare Firefox dalla pagina di download nella propria cartella home.
  2. Aprire un Terminale e posizionarsi nella propria cartella home con questo comando: cd ~
  3. Estrarre il contenuto del file scaricato con il comando: tar xjf firefox-*.tar.bz2
  4. Chiudere Firefox se è in esecuzione.
  5. Per avviare Firefox, eseguire lo script firefox nella cartella firefox: ~/firefox/firefox

Firefox dovrebbe avviarsi. Sarà poi possibile creare un'icona sul proprio desktop per l'avvio rapido del programma.

Errore libstdc++5

Come precedentemente indicato, occorre che sul sistema siano presenti alcune librerie. Molte distribuzioni non includono libstdc++5 per impostazione predefinita.

Messaggio "firefox non installato" o avvio di una versione diversa di Firefox

Se Firefox è stato installato seguendo le istruzioni date in precedenza, per avviare il browser (utilizzando il Terminale o con un lanciatore sul Desktop) è necessario digitare il comando: ~/firefox/firefox

Se si tenta di lanciare Firefox col comando firefox tale comando avvierà (se presente) la versione di Firefox installata con il gestore di pacchetti, oppure restituirà l'errore indicando che tale versione non è installata sul sistema.



Condividi questo articolo: http://mzl.la/McoKxE

È stato utile questo articolo? Attendere...

Utenti che hanno contribuito a scrivere questo articolo: underpass, michro, hawake. Tutti possono contribuire.